Parole e immagini di un anima colorblind

GIARDINO D’INFANZIA

Giardino d'infanzia

Giardino d’infanzia
Infanzia perduta
In oscillazioni convulse
Di un’altalena instabile.

Giorni assolati
Di un’estate innocente
Scivolano via
Nella sabbia e nel vento.

Il cielo greve
L’inverno alle porte
Sul giardino dei giochi
Si depositano gli umori
Del sonno letargico
Morte che non permane
Ma addolora il cuore.

Dov’è quel bimbo
Che elargiva al sole
Sorrisi insensati?

È un uomo adesso
Che ha finito di giocare
L’altalena oscilla
Ma è un triste strumento
Il pendolo di Cronos.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...